Monumento di Giovan Domenico Atti

Monumento di Giovan Domenico Atti

pittura murale 1813 circa

Scheda

Riportiamo un brano tratto dalle descrizione del monumento inclusa nella Collezione scelta dei Monumenti Sepolcrali del Comune Cimitero di Bologna. edita da Natale Salvardi nel 1825. “ ...Gli eredi ch'ei beneficò eressero alla sua memoria il monumento dipinto da Giuseppe Muzzarelli, ed in cui fece le figure Vincenzo Rasori, entrambi egregi dipintori”.


Dalla Collezione dei Monumenti Sepolcrali del Cimitero di Bologna. A cura di Giovanni Zecchi. Bologna, 1825 - 1828.
Monumento di Gian Domenico Atti dottore in legge uomo ingegnosissimo, e gran fautore delle idustrie degli artieri ed agricoltori: vissuto 39. anni, morì l'ultimo di Aprile del 1813. Il monumento gli fu eretto dalli di lui eredi per opera di Giuseppe Muzzarelli pittore di ornato, e di Vincenzo Rasori pittore di figure".

Descrizione tecnica

Il manufatto è costituito dalla decorazione pittorica dell'arcata. La rappresentazione è inquadrata entro un arco visto prospetticamente; essa propone un sarcofago posto su un alto basamento, sul quale sono sedute due donne. Sul corpo del sarcofago è posta una lapide sepolcrale in marmo, con cornice a rilievo in gesso. Lo sfondo propone la visione di un'ambientazione naturalistica, vista attraverso un colonnato semicircolare.

Leggi tutto
Portami là

Simboli

Eventi

Opere

Persone

Documenti
Bibliografia
La necessità del rilievo delle architetture funerarie neoclassiche della Certosa di Bologna, ai fini di una loro lettura storico-critica e di conservazione.
Trentarossi Paola, Zangani Barbara
1994