centenario Grande Guerra

La  Prima Guerra Mondiale fu un conflitto totalizzante: coinvolse milioni di cittadini, sia civili che in uniforme.

I morti italiani furono oltre 600.000. Ogni città ricordò i propri caduti in monumenti o sacrari.
La città di Bologna dedicò ai propri caduti due luoghi di grande rilievo -il Monumento-Ossario della Certosa di Bologna e il lapidario della basilica di Santo Stefano- e un grande numero di lapidi in tanti luoghi della città che furono testimoni degli eventi.
Questo percorso vuole dare evidenza a questa memoria, permettendo l’accesso alle informazioni sui caduti, sulle battaglie, sui corpi militari e su tutti i luoghi coinvolti in Italia nel tragico evento bellico.